.

21/06/2015 - 22:10:20

             1547

StartNews.it

 

PIAZZA ARMERINA - CIMITERO: LA SMENTITA UFFICIALE DEL SINDACO MIRODDI

Il comune rimarrà sempre proprietario del cimitero. L'impianto di cremazione favorirà anche B&B e pizzerie


Piazza Armerina - Cimitero: la smentita ufficiale del sindaco Miroddi

RICEVIAMO DAL SINDACO IL SINDACO FILIPPO MIRODDI IL SEGUENTE COMUNICATO STAMPA.

 

Da qualche giorno si leggono sulla stampa notizie varie inerenti la proposta di Project Financing sul cimitero di Piazza Armerina. Appare opportuno fare chiarezza sulla proposta che questa Amministrazione ha ricevuto da parte di un raggruppamento temporaneo  d’imprese costituito da - M.e.g.a.res s.r.l. capogruppo,  con sede a L’Aquila e  Tecnos Costruzioni s.r.l. con sede –Pace del Mela (ME)

- La proposta di Project Financing promossa ai sensi dell’art. 153, comma 19 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii., riguarda la “Riqualificazione, completamento del cimitero comunale Bellia con ampliamento e realizzazione di un impianto di cremazione”.

La proposta  prevede:

 A - Il completamento dell’area del nuovo cimitero esistente con la realizzazione delle opere di urbanizzazione e precisamente la pavimentazione delle strade, dei vialetti e camminamenti, rete d’illuminazione ed idrica, smaltimento acque bianche e nere, oltre alla realizzazione di n. 128 loculi.

 B- la Riqualificazione del vecchio cimitero comunale
§        realizzazione di nuovi loculi
§        ripristino dalle pavimentazioni
§        rifacimento e messa a norma dell’impianto elettrico e nuova illuminazione votiva
§        sistemazione  e gestione del verde, pulizia delle stradine e dei vialetti

C-    Ampliamento del cimitero
Sono previste due aree di ampliamento come previsto dal PRG, una è ubicata  sul lato est del cimitero, alle spalle degli attuali uffici amministrativi e della chiesetta, in cui si prevedono opere che riguardano
§         la Sistemazione dell’area con opere di urbanizzazione (muri di recinzione per la delimitazione dell’area, pavimentazione delle strade e camminamenti, smaltimento acque bianche e nere, illuminazione dei vialetti e servizi igienici per il pubblico)
§         Realizzazione di lotti per loculi e costruzione di cappelle
§         Realizzazione di impianto di cremazione         
§         Realizzazione di edificio adibito a servizi dell’impianto
§         Sistemazione di spazi a verde
IN PROSEGUZIONE DEL NUOVO CIMITERO ESISTENTE SI EVIDENZIANO LE SEGUENTI OPERE:

.           Sistemazione area con opere di urbanizzazione
•          edifici per loculi ad una e due elevazioni
•          monumenti ipogei (a 4 loculi f.t.)
•          verde e viabilità
•          sistemazione esterna
•          parcheggio

Questo è ciò che prevede la proposta.
Inoltre va precisato che l’Amministrazione guidata da Filippo Miroddi  allo stato attuale ha solo ricevuto  la proposta, che è stata posta all’attenzione dei funzionari competenti per l’approvazione in linea tecnica, verificando la legittimità degli atti dal punto di vista urbanistico, tecnico, cimiteriale, giuridico e contabile.
Al documento tecnico si aggiungeranno una serie di scelte politiche da parte dell’amministrazione che saranno determinanti sulla fattibilità e convenienza per la città di Piazza Armerina.
Se le garanzie saranno estremamente interessanti per il comune, si passerà alla delibera di giunta che poi sarà ratificata dal voto del consiglio comunale.
È bene precisare che il progetto  sarà comunque  oggetto di bando pubblico in cui l’offerta di aggiudicazione sarà  al rialzo con l’offerta migliore, e solo allora l’ENTE affiderà alla società vincitrice il relativo appalto.
 
Si precisa inoltre che  la formula di Project Financing  consentirà benefici a favore della collettività e che tutto ciò avverrà con investimento privato.

È  innegabile, che tale progetto,  una volta verificata la vantaggiosità dell’operazione per il comune, potrebbe  permettere finalmente:
 1) la realizzazione delle opere di urbanizzazione nel cimitero NUOVO  che è rimasto per anni nel fango e nella sabbia, senza strade, viali, illuminazione e servizi del sottosuolo; indecoroso per la collettività e per il rispetto dei defunti.

2) Il rifacimento dell’impianto d’illuminazione (già VETUSTO)  per lampade votive e illuminazione CHE VERRANNO eseguite a norma da realizzarsi nel vecchio cimitero (Bellia) oltre ad avere la manutenzione ordinaria e straordinaria per verde, strade, viali e pulizia;
3) la possibilità di realizzare un’iniziativa di notevole interesse per la collettività, limitandone l’impatto sul bilancio pubblico (e precisamente a COSTO ZERO)  senza assumere il rischio finanziario e di mercato, che sono invece  posti a carico del privato;
4) garantire, tendenzialmente, una più elevata qualità della progettazione, tempi ridotti di
realizzazione e maggiore efficienza gestionale senza gravare sulle casse comunali per la gestione del cimitero;
5) Un’entrata certa  nelle casse comunali  con un aggio a favore dell’Amministrazione pari all’  1% sui ricavi che la ditta proponente percepirà sulla vendita dei manufatti (Loculi, cappelle e monumenti ecc.)
6) La realizzazione di un impianto di cremazione che porterà sicuramente una ulteriore ricaduta economica per la collettività, oltre che portare il comune di Piazza Armerina all’avanguardia  in termini di immagine e indotti di risorse economiche.

Importante evidenziare che questa amministrazione fin dai primi  incontri interlocutori, ha posto delle condizioni ed ha fatto inserire nella proposta del promotore  l’obbligo di avvalersi per fornitura e servizi di maestranze locali da espletarsi  secondo normativa in materia di opere pubbliche; con la redazione di un elenco pubblico delle ditte che ne faranno richiesta, le quali ruoteranno a turno nel ventennio di gestione così come ruoteranno a turno imprese artigianali locali, marmisti, fabbri, venditori di materiale edile, fornitori di servizi funerari ecc…    

Inoltre l’amministrazione comunale, in considerazione della presenza di ben due aree cimiteriali a suo carico,   ancor prima di iniziare con le scelte politiche ha preteso che la manutenzione ordinaria e del verde del cimitero S.Maria del Gesù, venisse posta a carico dell’ente proponente del project senza incidere sulle casse comunali.
Non sono certamente da sottovalutare vantaggi collaterali come l’assunzione di personale locale per i relativi servizi.

Infine si smentiscono le voci e le indiscrezioni (date per certe), su eventuali quote o canoni a carico dei cittadini che fino ad oggi non sono state in discussione con l’amministrazione comunale, anzi le trattative tra imprese attuatrici e comune volgono speditamente e senza alcun dubbio verso l’annullamento di ogni eventuale canone proposto dal privato nella fase preliminare. Quindi il project financing a favore dell’area cimiteriale non costerà un solo centesimo al cittadino.

Per concludere, il valore dell’investimento per lavori è  di  € 13.550.860,17 oltre a somme a disposizione a carico del soggetto promotore che riguardano le spese generali, somme per esproprio, spese tecniche, IVA sui lavori Oneri fiscali ed accessorie .(TUTTI COSTI A CARICO DEL PROMOTORE)
Per un costo totale dell’investimento iva inclusa di       €           19.547.213,00
Come da Piano economico finanziario allegato alla proposta (PEF)

(Questi  IMPORTI  sono capitali privati che se non accettati,  il proponente potrà proporli in altri comuni )

CONSIDERAZIONI FINALI
Detto intervento risulta essere un vantaggio per l’ente in quanto:
•          la realizzazione del cimitero non incide sulle casse comunali e non verrà intaccato il bilancio;
•          verrà realizzato un cimitero che soddisferà la richiesta della collettività (oltre 4.300 loculi, 336 ossari, 62 monumentini a 4 posti, 96 cappelle);
•          si verrà a realizzare un’opera che rivestirà un ruolo sotto il profilo  sociale ed economico di grande valenza;
•          si darà la possibilità di CREARE OCCUPAZIONE e  far lavorare maestranze e artigiani locali
•          l’impianto di cremazione darà la possibilità di far lavorare personale specializzato ed inoltre considerato che avrà valenza sia provinciale che regionale, si darà la possibilità ai parenti del defunto in virtù dei tempi della cremazione, anche di sostare in paese dove potranno essere coinvolte le varie strutture ricettive. (B&B,  pizzerie e quant’altro).

Da precedenti incontri intercorsi con la società proponente,  le richieste avanzate da questa amministrazione sono state già accolte con esito favorevole  cosicché  si è in attesa di definizione e accettazione del progetto che successivamente potrà essere reso pubblico, previo incontro aperto alla cittadinanza e a tutte le forze sociali, economiche,  politiche, della città .

 L’OBIETTIVO  DI  QUESTA  AMMINISTRAZIONE È QUELLO DI GARANTIRE  I  SERVIZI  ALLA  CITTADINANZA  SENZA  GRAVARE  SULLE  TASCHE  DEI  CITTADINI  E SULLE CASSE COMUNALI.

INOLTRE SI SMENTISCONO TASSATIVAMENTE, LE NOTIZIE FALSE ED IN MALA FEDE, UFFICIALIZZANDO CHE IL COMUNE RIMANE  E RIMARRÀ SEMPRE PROPRIETARIO DEL CIMITERO,  IVI COMPRESE  LE NUOVE OPERE,  RIMANENDO  SEMPRE  ENTE VIGILATORE NEI CONFRONTI DEL SOGGETTO CONCESSIONARIO:  “IL COMUNE NON SI SPOGLIA DI NULLA”.



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it