.

22/07/2015 - 22:20:17

             2097

StartNews.it

 

PIAZZA ARMERINA - LAVORI PUBBLICI DI ''SOMMA URGENZA''...E NON SERVONO GARE. PROCEDURA ILLEGITTIMA?

Con sei ordinanze e giustificando i singoli atti con la clausola di “somma urgenza” si sono potute evitare le gare di appalto e altre procedure simili. 180mila euro la spesa complessiva.


Piazza Armerina - Lavori pubblici di ''somma urgenza''...e non servono gare.  Procedura illegittima?

Il sindaco Filippo Miroddi nelle ultime ore ha emesso ben sei ordinanze per lavori di “somma urgenza” che riguardano alcuni interventi su strade ed edifici pubblici. Questa procedura  consente di saltare a piè pari tutte il complesso di norme relative alle gare d’appalto in quanto permettono di affidare i lavori a ditte scelte dall’amministrazione. La normativa è finalizzata a dare ampia libertà agli amministratori in caso si verifichino  situazioni in cui bisogna agire con la massima urgenza ed è per questo che prevede che all’ordinanza venga allegata anche una relazione tecnica che giustifichi la necessità di intervenire con immediatezza.

Visto l’importo complessivo dei lavori,circa 180mila euro, era difficile che una tale numero di ordinanze passasse inosservato e la Commissione comunale bilancio non ha potuto fare a meno di rilevare come la procedura utilizzata dal sindaco presenti delle forti irregolarità.
“Le ordinanze di questo tipo – affermano il presidente della  commissione, Andrea Velardita e il consigliere Teodoro Ribilotta – vanno emesse in particolari condizioni in cui siano evidenti i rischi per la pubblica incolumità o per la salute pubblica. Dall’esame dei documenti è evidente che queste condizioni sono solo teoriche in quanto, ad esempio,  provvedere alla manutenzione della strade pubbliche non può essere considerato un atto di “somma urgenza” visto che sono azioni programmabili nel tempo.
“Inoltre – continuano i due consiglieri – quasi tutte le ordinanze mancano proprio del documento principale che dovrebbe accompagnarle, ovvero la relazione tecnica che ne giustifichi l’urgenza ”. “Da quanto ho potuto appurare personalmente – afferma Velardita – l’ufficio tecnico non ha redatto alcuna relazione”.

“Crediamo che gli atti siano illegittimi – continua Ribilotta -  Ovviamente il nostro è un parere che è in relazione al ruolo di controllori che siamo chiamati a svolgere attraverso la Commissione e riguarda l’aspetto formale delle procedure utilizzate . Non possiamo giudicare se le stesse procedure, per le implicazioni di carattere economico relative alla mancanza di un confronto sul libero mercato, infrangono leggi dello Stato, questo è compito che spetta, come è giusto che sia, agli organi di polizia e alla magistratura”.

“Voglio ricordare anche  - conclude Ribilotta - che il ricorso alla  procedura di “somma urgenza”, qualora non vi siano i requisiti,  rappresenta anche uno spreco di denaro pubblico in quanto le gare d’appalto consentono al comune di risparmiare la quota di ribasso con cui le ditte si aggiudicano i lavori.”

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LE ORDINANZE

 



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it