.

23/07/2015 - 09:49:56

             1637

StartNews.it

 

PIAZZA ARMERINA - TUTTE LE PROMESSE NON MANTENUTE DELL'ASSESSORE GIANCARLO GIORDANI

Nel novembre del 2014 si insediava e portava in dote un nuovo programma con sedici obiettivi da realizzare.


Piazza Armerina - Tutte le promesse non mantenute dell'assessore Giancarlo Giordani

Era il novembre del 2014 quando l’assessore Giancarlo Giordani si insediava e portava in dote un programma elaborato con il suo partito di appartenenza (NCD), guidato da Sinuhe Curcuraci, che prevedeva sedici obiettivi da realizzare. In questi sette mesi abbiamo atteso, si direbbe inutilmente, che almeno uno dei punti che componevano “la lista della spesa”,  fosse realizzato.

Questo l’elenco con i sedici punti.

1) Ripristino della Fiera della Zootecnia e dell'Agricoltura.

2) Attuazione di una seria spending review al fine del miglioramento ed ottimizzazione dei servizi con sgravio sulla cittadinanza.

3)Convenzione della Villa Romana del Casale, rivedere la programmazione del 30% dell’incasso dei biglietti.

4)Creazione di una cooperativa o associazione per la gestione e fruizione delle principali chiese.
Istituzione immediata di un percorso pedonale che permetta ai turisti e ad i residenti di passeggiare lungo le vie del centro storico.

5)Istituzione immediata di un percorso pedonale che permetta ai turisti e ad i residenti di passeggiare lungo le vie del centro storico


6) Verificare le condizioni di legge per ’istituzione dell’Ente Palio.

7)Individuazione di un'area di carico e scarico permanente per bus turistici all’interno del centro abitato e individuazione di zona parcheggio bus presso il campo sportivo.

8)Collegamento dalla Villa romana alla città (centro storico) con trenino turistico ad oggi privato (con finalità private), da proporre individualmente ai turisti o a gruppi organizzati a costo zero o simobolico (al massimo 1 euro) con cadenza di due ore dalle ore 11.00 alle ore 16.00 (da aprile a ottobre).

9)Apertura di almeno due punti informazione gestite dall'assessorato al turismo o associazioni turistiche o società di servizi turistici, presso il centro storico e principalmente alla Villa romana

10)Messa in rete del circuito museale denominato Simpa

11) Calendario di manifestazioni con cadenza mensile da aprile ad ottobre di ogni anno e l'organizzazione di eventi di rilievo ai fini dell'incremento turistico.

12)Promozione della Città nei principali aeroporti siciliani e non.

13)Istituzione della tassa di soggiorno per i turisti.

14) Sfruttamento delle risorse e dei giacimenti culturali del territorio anche in sinergia con le amministrazioni limitrofe ed i privati.

15) Ricerca di uno o più sponsor per una campagna di scavo alla Villa Romana del Casale.

16) Presentazione di progetti, anche in project financing, per la realizzazione di opere pubbliche e servizi a favore della collettività.

Nel gennaio di quest’anno Giordani ci informò che per quanto riguarda l’ex Siace la Regione era  rientrata in possesso dell’area e che presto si sarebbe potuto procedere alla stipula di  una convenzione che avrebbe consentito al comune di Piazza Armerina di utilizzare la zona per riproporre l’antica fiera del bestiame. Stiamo ancora aspettando che qualcuno vada a Palermo per ottenere la concessione dell’area in comodato gratuito.

Per gli altri punti del programma non è invece stato fatto nulla. L’azione di Giancarlo Giordani, che non ha perso tempo ad adeguarsi al clima generale che regna in municipio,  è dunque da considerarsi completamente fallimentare e ci chiediamo se l’assessore non farebbe bene a prendere carta e penna e scrivere le proprie dimissioni da presentare al sindaco, magari allegando una dettagliata relazione sugli obiettivi raggiunti ovvero... un foglio bianco.



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it