.

27/01/2016 - 13:03:29

             1407

StartNews.it

 

PIAZZA ARMERINA - CONTINUA LA ''TELENOVELA'' POLITICA: MIRODDI PARTECIPA AD UNA RIUNIONE DEL PD

Tra sabato e martedý due nuove riunioni tra esponenti del Partito Democratico, ad una di queste Ŕ stato invitato il sindaco.


Piazza Armerina - Continua la ''telenovela'' politica: Miroddi partecipa ad una riunione del PD  Continua la telenovela che vede impegnati come attori principali da una parte il Partito Democratico e dall’altra il sindaco di Piazza Armerina Filippo Miroddi . Prima di presentarvi i nuovi episodi, come ogni telenovela che si rispetti, facciamo un breve riassunto delle puntate precedenti.

RIASSUNTO DELLE PUNTATE PRECEDENTI  
Il primo gennaio di quest’anno il sindaco annuncia di aver aderito al Partito Democratico, le reazioni da parte di una certa area del PD non si fanno attendere: “ Il primo cittadino è in cerca di coperture politiche dopo la gestione fallimentare del suo mandato”  dichiarano i consiglieri Ribilotta e Cimino. Dopo alcuni giorni di silenzio arriva in redazione un comunicato a firma “Area Renzi” che, pur sottolineando l’incapacità amministrativa di Miroddi, dichiara che un eventuale ingresso del PD nell’amministrazione della città dovrebbe essere preceduto da un totale azzeramento della Giunta. 
Miroddi se la ride, è riuscito a raggiungere un obiettivo che molti consideravano impossibile: scavare un profondo solco tra le due anime del PD piazzese, già divise da precedenti scontri ma che adesso, dopo la scelta del Primo Cittadino, appaiono come separate in casa. Miroddi rincara la dose e annuncia “sono disponibile all’azzeramento…parliamone”. 

I NUOVI SVILUPPI
Sabato scorso, alle già travagliate vicende, si aggiunge una riunione plenaria, o quasi, del direttivo del Partito Democratico che non scioglie il nodo dell’ingresso di Miroddi e neanche quello della mozione di sfiducia, annunciata ma mai presentata. Comunque le correnti, in quell'occasione, si parlano e sembra già che si stia facendo qualche passo sulla via della riconciliazione. 

Ieri sera però, a sorpresa, al bar Art Cafè di via Roma, ormai diventato la sede ufficiale degli incontri dei democratici, si è svolta una riunione a cui hanno partecipato alcuni esponenti dell’area renziana o presunta tale, il sindaco di Leonforte, Francesco Sinatra, il sindaco di Valguarnera, Francesca Draià e il sindaco di Piazza Armerina Filippo Miroddi. 

Di cosa si sia parlato nella riunione non abbiamo alcuna notizia anche perché molti esponenti del PD in questo momento delicato mantengono il massimo riserbo, ma è rilevante il fatto che ad una riunione di esponenti del Partito Democratico abbia preso parte il sindaco piazzese, sulla cui appartenenza al partito ci sono però numerosi dubbi visto che non ha mostrato in pubblico alcuna tessera che, come lo statuto del Pd prevede, deve passare al vaglio del circolo locale anche se richiesta on-line (art. 14, paragrafo 2). 
L’articolo 8 del regolamento per il tesseramento poi  recita:” L’iscrizione avviene presso la sede del circolo. Presso ogni circolo e' costituito un ufficio adesioni nominato dal coordinamento del circolo con voto limitato a 2/3, che affianca il coordinatore del circolo per queste funzioni e nella consegna delle tessere. Allorquando, sulla base dello Statuto e del Codice etico, il Coordinamento del circolo ritenga che non vi siano i presupposti per il rilascio della tessera, è tenuto a comunicarlo all’ufficio provinciale/territoriale le generalità e le motivazioni dell’avvenuto rifiuto".

Restiamo, come voi,  in fremente attesa delle prossime puntate.  



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it