.

10/08/2017 - 09:14:23

             1538

StartNews.it

 

RACCONTI DAL PALIO: COMPARSE E “MALECOMPARSE“ – IL RACCONTO DI GIANLUCA SPERANZA

Sull’assegnazione dei ruoli alle comparse da sempre circola qualche dubbio. Oggi pubblichiamo uno delle tante storie che puntualmente arrivano in redazione


Racconti dal Palio: Comparse e “Malecomparse“ – Il racconto di Gianluca Speranza Quest’anno avrei voluto fare tutto, tranne che il Palio. Un Palio da me amato da sempre, ma che quest’anno non mi suscita particolare emozione. Il motivo è presto detto: essere stato querelato ingiustamente dal sindaco Miroddi, non mi lascia la necessaria serenità e l’entusiasmo di fare il Palio. Dopo tanti anni trascorsi a collaborare all’organizzazione del Palio dei Normanni, tanti ragazzi si confrontano con me sulle novità della manifestazione… E così ho saputo che circolava una voce di corridoio su alcuni ruoli già assegnati politicamente. Il banditore e il cerimoniere, erano sicuramente già prenotati da qualcuno che vanta amicizie potenti e anche impegnativi rapporti di parentela. Chiedo spiegazioni agli organizzatori, che nonostante le mie perplessità, cercano di coinvolgermi, negando pressioni da parte di politici e sfidandomi a provare io stesso a candidarmi, secondo il regolamento vigente, a qualcuno di quei ruoli che si sussurrava fossero già promessi a parenti e amici. E io accetto la sfida!

Mi iscrivo, collegandomi sul sito del comune, completo la domanda, la invio e mi arriva una e-mail di ritorno con scritto che la mia domanda è stata accettata e che la dovevo completare con la copia del mio documento di riconoscimento e presentarla all’ufficio turismo o al coordinamento del Palio. Al comune mi accorgo che la mia domanda crea stupore, gli incaricati mi consigliano di parlare con il coordinatore del Palio, Stefano Di Dio. Questi appena esaminata la domanda mi accompagna dalla Dirigente, Assunta Parlascino, la quale appena la vede, salta dalla sedia e si rivolge all’informatico del Comune per bloccare sul sito il form per l’iscrizione del banditore e mi invita a firmare un documento di rinuncia. Mi oppongo fermamente. Aspetto con ansia il giorno delle selezioni. Arriva quel giorno e al coordinamento si determina una febbrile agitazione.

Strane telefonate: «Qui c’è Speranza!» nervosismo totale, a un certo punto mi si avvicina un coordinatore che mi chiede di ritornare l’indomani. Gli rispondo (forse un po’ arrabbiato) che il giorno dopo ero di servizio al lavoro e che mi ero reso libero per il giorno fissato. La laconica risposta del coordinatore, che sarei stato escluso, mi faceva perdere la pazienza. Hanno rischiato che qualche sganassone finisse col volteggiare intorno alle gote paffute del mio interlocutore. Ristabilita la calma si sforzano di esaminare la mia domanda e mi ammettono alla selezione come idoneo. Mi assegnano il ruolo di banditore e la dama: timbro e firma della commissione. La notizia vola di bocca in bocca e i predestinati cominciano le loro pressioni. Dopo un giorno arriva la notizia ufficiale: c’è una “lex specialis” che opera in favore di tale Salvatore Conti e i fogli di selezione sono invertiti: esce Speranza, entra Conti. La vittoria del favoritismo! Metodo Miroddi.

Gianluca Speranza



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it
 
Gente Di Moda - Piazza Armerina - piazza Caduti sul Lavoro - Sconto 30% ------- INTERSPORT - Piazza Armerina/Enna Micropile Amarillo a Euro 12,90 ------- VITALBRICO - Piazza Armerina - Via Alessandro Manzoni - Reparto Natale 2016 - Appuntamento 11/12 dicembre con animazioni e magie