.

18/08/2017 - 08:13:42

StartNews.it

 

MAI DIRE PALLONCINI. LA MANIA DILAGANTE DI QUESTA DECORAZIONE.

Tutti noi, almeno una volta, da bambini, avremmo voluto essere sospesi e volare come un palloncino


Mai dire palloncini. La mania dilagante di questa decorazione. Diciamocelo, è dal 1783 grazie ai fratelli Montgolfier che i palloni aerostatici affascinano l’immaginario collettivo. Poi c’è UP: il capolavoro di animazione digitale firmato Disney Pixar, che sposta l’asta dell’immaginazione a un livello superiore grazie alla convergenza dell’umano desiderio di volare a quello più giovanile e spensierato di usare milioni di palloncini gonfiati a elio, per far prendere il volo niente di meno che ad un’intera casa.

Tutti noi, almeno una volta, da bambini, avremmo voluto essere sospesi e volare come un palloncino. Molti di noi questa fascinazione della fluttuazione ancora ce l’hanno e la utilizzano per riempire di calore e di colore evenienze significative grandi e piccole. Facile pensare ad un compleanno, un po’ meno farlo più in grande e pensare all’inaugurazione di un centro commerciale con grandi palloncini sospesi centinaia di metri e visibili da chilometri. E i concerti? I musicofili non possono assolutamente non considerare l’abitudine dei Coldplay di utilizzarli alla fine di ogni concerto. E gli sportivi, dove li mettiamo gli sportivi?
Anche per questa categoria c’è la fantastica gara di 5km organizzata dalla fondazione Komen per la ricerca del cancro al seno durante la celebre race for the cure. Questa straordinaria manifestazione che riunisce centinaia di migliaia di persone, prima per ballare e poi per correre assieme, alla fine della proclamazione dei vincitori celebra questa festa lasciando far volare in aria altrettanti palloncini rosa riempiendo e tingendo il cielo con questo colore, simbolo della fondazione e della causa per cui si sta lottando.

Che siate appassionati di musica, sportivi o in procinto di visitare un nuovo ipermercato, tutti noi abbiamo dovuto celebrare, almeno una volta, una festa che abbia richiesto di riempire un ambiente non particolarmente accogliente. I palloncini stanno pian piano diventanto elementi tanto economici quanto versatili per adempiere a questa necessità, infatti non solo possono utilizzarsi svincolati per piccoli ambienti o per essere accostati alla torta durante il taglio, quindi per riempire l’inquadratura delle fotografie che verranno scattate ai festeggiati, ma anche aggregati in strutture gigantesche che spesso mimano quelle architettoniche più solide per decorare intere aree urbane durante grandi eventi organizzati.

Perchè la decorazione con palloncini è una tendenza affermata?

Probabilmente la ragione è stata già sviscerata precedentemente circa la loro versatilità e la loro economicità; sul sito bombolaeliopalloncini.com si trovano veri e propri kit a poche decine di euro, a seconda della quantità di palloncini da gonfiare. Quello che occorre per riempire di palloncini un angolo o un’intera area è veramente limitatissimo sia nel numero che nella semplicità di utilizzo; nell’occorrente proposto e necessario c’è sicuramente la bombola piena di elio (gas nobile più leggero dell’ossigeno), utile a mantenere in aria, anche per diversi giorni, i nostri gonfiabili e il numero di palloncini necessario a completare il tema della festa o dell’evento da celebrare. I palloncini, oggigiorno, grazie alle nuove tecnologie di stampa e di modellazione della plastica, possono essere di ogni forma, quindi adattarsi ad ogni genere di caratteristica: dal più tradizionale accostamento di palloncini recanti  caratteri al più eccentrico sviluppo di palloncini a forma del carattere necessario: che sia una lettera o un numero, a una, a due e, perchè no, a 3 cifre per i compleanni dei più longevi.



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it