.

12/01/2018 - 13:16:37

             1328

StartNews.it

 

LETTERA CONTRO IL SINDACO NON FIRMATA MA INVIATA CON RACCOMANDATA CON NOME E INDIRIZZO DEL MITTENTE

L’impressione generale č comunque quello di un clamoroso falso o di uno scherzo.


Lettera contro il sindaco non firmata ma inviata con raccomandata con nome e indirizzo del mittente Colpo di scena ieri in consiglio comunale. Ad apertura della seduta il presidente Alessia Di Giorgio ha dato lettura di una lettera, inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, con la quale si formulano gravi accuse nei confronti del sindaco Filippo Miroddi. Alessia di Giorgio ha precisato che, anche a tutela del sindaco, la presenza di un mittente ha reso necessaria la lettura in aula della missiva che è stata trasmessa alla Procura delle Repubblica di Enna per le valutazioni del caso. 

La lettera è priva in realtà di firma ma la raccomandata specifica un preciso mittente. Le accuse mosse al sindaco nella lettera letta dal Presidente del Consiglio ieri sera, riguardano alcune assunzioni effettuate dalla Tekra e da presunte tangenti pagate dai lavoratori. L’uomo, nella lettera, si lamenta con il sindaco di non essere stato assunto anche se padre di tre figli. La missiva, inviata l’8 gennaio 2018, è scritta al computer mentre l’indirizzo sulla busta e sulla ricevuta è stato scritto a mano. L’impressione generale è comunque quello di un clamoroso falso o di uno scherzo. 



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it