.

31/01/2018 - 09:46:37

             1281

StartNews.it

 

DEFIBRILLATORI A VALGUARNERA: L'INTERVENTO DI GANCLUCA CAMIZZI

''La politica è servizio per la collettività e non strumento per ”bacchettare” o ostacolare chi, con forte spirito di sacrificio, tenta di rappresentare al meglio docenti, genitori e alunni''


Defibrillatori a Valguarnera: l'intervento di Gancluca Camizzi Riceviamo da parte di Gianluca Camizzi in relazione alla situazione dei defibrillatori presenti nelle scuole il seguente comunicato.
 

Buon giorno scrivo alla vostra redazione in merito alle dichiarazione riportate sui defibrillatori da Filippa D’angelo

Il presidente del consiglio d’istituto viene eletto tra i rappresentanti dei genitori degli alunni e come membro del consiglio d’istituto partecipa all’organizzazione e alla programmazione della vita e dell’attività scolastica.
In merito alla discussione sui defibrillatori, dotazioni fondamentali e obbligatorie ai sensi del decreto Balduzzi, sento il dovere di intervenire e di porre un freno alle superflue strumentalizzazioni politiche in atto. La natura del mio incarico scolastico impone l’onere e l’onore di farmi carico, insieme al consiglio di istituto, delle esigenze della popolazione scolastica, ricercando tutte le soluzioni possibili e dialogando con i rappresentanti politici, le associazioni e la società civile impegnata sul territorio. Da qui l’impossibilità di esprimermi a titolo personale e, a maggior ragione, politico. 
Per rispondere alle recenti speculazioni apparse sui giornali, invito il presidente della II°commissione consiliare Filippa D’Angelo ad informarsi prima di rilasciare dichiarazioni meschine nei confronti di chi si è adoperato per la scuola, ledendo l’immagine in primis del consiglio di istituto e poi del sottoscritto. La politica è servizio per la collettività e non strumento per ”bacchettare” o ostacolare chi, con forte spirito di sacrificio, tenta di rappresentare al meglio docenti, genitori e alunni. 


Entrando nel merito della questione, vorrei sottolineare come i 3 defibrillatori acquistati dall’amministrazione non necessitino di normale manutenzione ne di un cambio di batteria ma di una vera e propria assistenza da parte della casa produttrice. Il conflitto di competenza, scuola o comune che ha concesso il comodato d’uso, poco importa se l’obiettivo principale è la sicurezza dei nostri figli e di tutto il personale scolastico. Dunque mi sembra superflua la dichiarazione del consigliere d’angelo in merito alla vigilanza, al controllo o meno dei defibrillatori perché questo consiglio di istituto, come ribadito precedentemente, non solleva polemiche per il semplice gusto di farlo ma interpella le istituzioni per trovare soluzioni comuni e in tempi rapidi. A tal proposito posso documentare, in qualsiasi momento, le segnalazioni inviate agli organi competenti. La mancanza di comunicazione tra gli amministratori non può diventare alibi per attaccare a mezzo stampa la mia persona.
Sono stato contattato dal giornalista locale per fornire informazioni in merito al non funzionamento del defibrillatore della scuola media, e mi è sembrato corretto riportare tutto ciò che è accaduto in precedenza. Peraltro, prima di rilasciare dichiarazioni pubbliche, ho ritenuto opportuno contattare sia il Sindaco, fin dall’inizio disponibile al progetto e propensa al dialogo, che il capo d’istituto e non per semplice eccesso di zelo.


Vorrei invitare il consigliere D’Angelo, che ha utilizzato la parola “viscido” con molta leggerezza e gratuitamente, a non scaricare le proprie frustrazioni politiche nei confronti di una persona che politica non ne fa; se avessi voluto farla, avrei evidenziato il problema tramite stampa dieci mesi fa, con toni e modi diversi.
In un contesto in cui scarseggiano le risorse economiche (non è mia competenza il reperimento dei fondi), ringrazio i genitori che con sacrificio hanno finanziato la formazione di 25 docenti dell’istituto e i docenti stessi per aver partecipato attivamente.
Concludo dicendo che la mia disponibilità rimane totale, sia nei confronti di chi si prodiga per la scuola e i nostri figli che nei confronti di chi preferisce, a volte, cadere nelle strumentalizzazioni.

Gianluca Camizzi 



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it