.

31/01/2018 - 11:29:09

StartNews.it

 

POLTRONA FRAU UNISCE L'UTILE AL DILETTEVOLE CON UNA BELLA INIZIATIVA

La prestigiosa azienda marchigiana ha deciso di sposare il progetto del Farm Children's Museum di Favara, in Sicilia


Poltrona Frau unisce l'utile al dilettevole con una bella iniziativa Un bell'esempio di coesione tra (centro)Nord e Sud del paese, troppo spesso distanti non solo dal punto di vista geografico, è arrivato da Poltrona Frau. La prestigiosa azienda marchigiana ha deciso di sposare il progetto del Farm Children's Museum di Favara, in Sicilia. L'ambiziosa idea maturata nell'isola è quella di creare uno spazio che funga da laboratorio contemporaneo, in cui i bambini possano sprigionare tutta la loro creatività attraverso l'arte. Giocando cioè con le forme, i colori e tutto ciò che è utile a formare non solo una buona cultura sul piano artistico, ma anche una forma mentis adeguata per il loro sviluppo e la oro crescita.

Il ruolo di Poltrona Frau in questo progetto

Poltrona Frau si è inserita all'interno di questo nobile discorso dando la possibilità ai bambini di Tolentino (sede dell'azienda) di ridisegnare i rivestimenti di Baby e Miny Fair, da destinare al Farm Children's Museum di Favara. Si tratta di due versioni della famosa Vanity Fair, tra le poltrone di design più famose del brand marchigiano. 
Ne è venuto fuori un lavoro in cui i bambini non solo si sono divertiti, ma hanno anche espresso una bella personalità e idee accattivanti. Il risultato finale è stato la Vanity Fair Limite Edition: una poltrona composta geometricamente a pixel e disponibile in 50 modelli per la Baby Vanity Fair e 100 per la miniatura. 
A completare il tutto è arrivata anche una terza poltrona a tema: un modello dalle dimensioni tradizionali ma ispirato all'influenza araba e all'architettura tipica della Sicilia, disponibile in 75 pezzi.  
Un'iniziativa di pregevole fattura capace di regalare sorrisi a tanti bambini. 


Lo scopo del progetto e i commenti dei protagonisti

L'idea è quella di contribuire alla realizzazione del Farm Children's Museum attraverso la vendita di questi modelli di poltrona creati dai bambini di Tolentino. E' come se metaforicamente i bambini di Toelntino donassero uno spazio ricreativo e di grande importanza sociale ad altri bambini siciliani. 

Raggianti i commenti delle parti in causa: Poltrona Frau si è detta orgogliosa di aver contribuito a questa iniziativa. Per l'azienda marchigiana questo progetto vuol dire impegnarsi realmente per fare qualcosa di concreto e anche esprimere un'idea diversa di design. Qualcosa di che risulti di impatto vitale e che possa aprire la strada a linguaggi e forme si espressione differenti, come quelle che manifestano i bambini. 

Parole al miele sono arrivate anche da Andrea Bartoli, cofondatore del Farm Children's Museum. Bartoli ha dichiarato di essere entusiasta della partecipazione di Poltrona Frau a questa ambiziosa idea, sottolineando la volontà di voler donare uno spazio di creatività ai bambini che rappresenti per loro un motivo di crescita e la possibilità di non essere lasciati soli.  


Non solo uno spazio per i bambini: le altre idee di collaborazione

La collaborazione tra Poltrona Frau e Farm cultural park (promotore del Farm Children's Museum) guarda avanti e non si limita alla creazione di uno spazio. Sono previsti anche una serie di workshop internazionali il cui tema è sempre legato alla crescita dei bambini. Tutto è iniziato con il primo appuntamento andato in scena a Londra lo scorso Settembre, all'interno del London Design Festival. 
La tappa di Novembre di Shangai ha invece messo in risalto il binomio tra futuro e natura. La fonte di ispirazione è stata la filastrocca di Gianni Rodari “Ci vuole un fiore”. Da qui, l'idea di far sviluppare ai bambini cinesi le proprie idee attraverso l'utilizzo di fiori e foglie. Tutto ciò per mettere al centro il rapporto con la natura e far comprendere l'importanza e il rispetto di quest'ultima nella vita di tutti i giorni.



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it