.

09/02/2018 - 08:33:06

             1154

StartNews.it

 

PIAZZA ARMERINA – LA CITTÀ COSTRUITA DA MIRODDI, MATTIA E CURCURACI CHE ALLONTANA I GIOVANI

Fino al 2013 il saldo della popolazione era positivo anche grazie ai trasferimenti da altre città di interi nuclei famigliari


Piazza Armerina – La città costruita da Miroddi, Mattia e Curcuraci che allontana i giovani E’ stato convocato per giorno 16 febbraio un consiglio comunale con al primo punto dell’ordine del giorno lo svolgimento dell’attività ispettiva da parte dei consiglieri comunali che in teoria potrebbero presentare interrogazioni e mozioni su fatti relativi all’amministrazione della città. Una serie di attività “ispettive” alle quali il sindaco Filippo Miroddi è sempre stato allergico e dato che ormai da mesi non si presenta più in consiglio comunale è facile che anche giorno 16 farà la stessa scelta. 

Troppo pericoloso per il sindaco a pochi mesi dalle elezioni sottoporsi al fuoco incrociato di un consiglio comunale ormai quasi tutto ostile. Anche perché non saprebbe cosa rispondere su numerosi argomenti visto che in questi anni in realtà si è dedicato più alla politica che ad amministrare la città. Molti dei numerosi problemi che penalizzano Piazza Armerina trovano origine, come abbiamo da anni denunciato su queste pagine, proprio nella mancanza di programmazione e nella superficialità con la quale si è agito in molte occasioni. 

A Maggio, fra cento giorni circa, Filippo Miroddi non verrà più eletto e sarà un piacere tornare ad occuparci di ciò che avviene in municipio e raccontare nei dettagli ciò che accade nella Sala delle Luci. Non vediamo l’ora, se i cittadini lo vorranno, di spalancare finalmente le finestre del comune per offrire un servizio informativo completo e dettagliato. Filippo Miroddi, Giuseppe Mattia e Simuhe Curcuraci hanno in questi anni trasformato il municipio in una sorta di bunker, un bunker che dovrà diventare a partire dal prossimo maggio una casa di vetro perché il rispetto per i cittadini passa proprio dalla trasparenza amministrativa. 

Sono stati anni duri per la città, si sono persi milioni di Euro, posti di lavoro e soprattutto giovani coppie che sono andate ad abitare lontano dal questa città. I dati, confermati dall’ufficio anagrafe, dimostrano come una cattiva amministrazione non porta solo una cattiva gestione del verde pubblico o qualche buca nelle strade ma soprattutto il dramma di persone che devono abbandonare la propria città. Nel periodo precedente, dal 2000 al 2013, numerose coppie giovani si erano trasferite da altri paesi a Piazza Armerina a dimostrazione che la città era comunque capace di attrarre e offrire buone prospettive di vita. 

Nicola Lo Iacono



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it