.

04/08/2017 - 08:21:44

             3015

StartNews.it

 

IL DEGRADO TOTALE DELLA CITTĄ FINISCE IN PROCURA: MIRODDI DENUNCIATO PER OMISSIONE ATTI DI UFFICIO

Dopo le diffide FdI-AN ricorre alla magistratura - ''Come cittadini siamo indignati per il totale disinteresse del sindaco e del suo vice Giuseppe Mattia''


Il degrado totale della cittą finisce in procura: Miroddi denunciato per omissione atti di ufficio [COMUNICATO STAMPA] Unica compagine ad interessarsi del decoro e della sicurezza urbana, il nostro Movimento ha protocollato in questi mesi una serie di diffide per costringere il Sindaco a mettere mano alle tantissime situazioni di degrado urbano e di reale pericolo per i cittadini, dalla ville (Garibaldi e Ciancio) alle strade ridotte a discarica, anche di rifiuti pericolosi (come eternit), con strutture pericolanti. 

Abbiamo atteso con pazienza che il Sindaco si ricordasse di essere ancora in carica (purtroppo) e che facesse qualcosa per la sua Città ed i suoi cittadini, ed abbiamo verificato a distanza di mesi che nulla è stato fatto. 
Uno scempio per la vivibilità di Piazza ma anche per le sue bellezze, con i belvedere ridotti a pattumiere, il tutto mentre il Sindaco si fa ritrarre con la scopa in mano facendo finta di rimediare allo stato di abbandono creato proprio dalla sua Giunta (ma in realtà nulla è cambiato, come per la Villa Garibaldi). 

Come cittadini siamo indignati per questo totale disinteresse che affligge il Sindaco ma anche i suoi più stretti collaboratori, a cominciare dal suo Vice Giuseppe Mattia, teoricamente delegato a curare lavori pubblici e verde pubblico. 
Non potevamo restare a guardare ed attendere ancora inutilmente, motivo per cui oggi il fascicolo con le nostre diffide per la messa in sicurezza della Città è stato portato in Procura ad Enna insieme alla denuncia querela al Sindaco Miroddi per omissione d’atti d’ufficio (art. 328, comma secondo, c.p.). 
Sarà a questo punto la Magistratura a fare luce sul perché, dopo quattro anni e mezzo, Piazza Armerina sia una Città abbandonata a sé stessa; il nostro dovere lo abbiamo fatto, e confidiamo sempre che Miroddi prima o poi si renda conto della sua incapacità di occuparsi del Comune. 
Abbiamo anche, con un pizzico di utopia, immaginato che il Sindaco traesse le dovute conseguenze e si dimettesse già da mesi, ma ormai, con le elezioni alle porte, si tratterà solo di attendere l’inevitabile verdetto dei cittadini che, siamo certi, licenzieranno Miroddi e la sua Giunta permettendo di far ripartire il futuro di Piazza Armerina. 

Alessio Cugini



 

   Iscriviti alla nostra Mailing List

>

StartNews.it
Blog
sede:  Piazza Armerina
email: info@startnews.it